GSV - Ring

Il metodo efficace e veloce per trattare la vena grande e piccola safena

La metodica RING 1500® (laser 1470nm e fibra ottica RING) è una procedura mini-invasiva dedicata al trattamento dell’insufficienza venosa delle vene safene (grande e piccola).
La fibra ottica RING viene inserita in vena e grazie al calore emanato dal laser  (80° - 100°), la parete venosa si restringe fino alla chiusura completa della vena evitando l’estrazione della stessa (occlusione termica).
A confronto con le tradizionali procedure chirurgiche (es.: stripping), RING 1500® risulta più delicato, sicuro e facile da eseguire. 
Alla fine del trattamento il dolore e il disagio nel paziente sono minimi, come il rischio di cicatrici, infezioni ed ematomi, inoltre, la normale ripresa delle attività quotidiane è immediata.

Tecnologia
RING 1500® per il trattamento endovenoso, è costituito da un laser 1470 nm (LASEmaR 1500®) e dai kit monouso dedicati (fibra ottica RING + introduttori 6F). Durante la procedura la fluenza per centimetro viene monitorata sia a schermo, che da un segnale acustico (feedback acustico). Questo permette all’operatore di distribuire la stessa quantità di energia e la stessa quantità di calore per tutta la lunghezza della vena. Inoltre, la regolazione intraoperatoria della potenza assicura la giusta dose di energia per ogni tipologia di vena, evitando danni termici e bruciature. Altra caratteristica che contraddistingue questa tecnica è la rotondità del puntale della fibra ottica RING, che permette di evitare danni meccanici al tessuto venoso.

Trattamento
1. Anestesia locale, inserimento fibra ottica RING nella Grande Safena, attraverso l’introduttore 6F (oppure con piccola incisione cutanea vicino a ginocchio).
2. La fibra ottica RING viene fatta salire dal ginocchio fino a 2 cm dalla giunzione safeno-femorale.
3. Anestesia tumescente per tutta la lunghezza della vena.
4. Erogazione laser e retrazione lenta della fibra ottica RING dalla zona prossimale a quella distale della vena.

Risultato
Durante il trattamento, il flusso localizzato di energia attraversa il tessuto e il calore indotto denatura la vena. L’effetto è una contrazione del diametro della parete venosa e una conseguente occlusione della vena. Il segnale sonoro che accompagna l’emissione del raggio laser, permette all’operatore di determinare la migliore velocità di retrazione.

Vantaggi
1. Procedura mini-invasiva.
2. Metodo efficace, sicuro, delicato.
3. Assenza di danni termici, grazie alle basse energie necessarie.
4. Complicazioni postoperatorie minime rispetto al tradizionale stripping.
5. Immediata mobilitazione del paziente.

Ablazione laser endovenosa
La malattia venosa cronica degli arti inferiori (CVD) rappresenta una condizione patologica comune, che colpisce circa il 25% delle donne e il 15% degli uomini. Inoltre, l'alto tasso di recidiva e il rischio di evoluzione verso ulcere croniche, incidono gravemente sul sistema sanitario nazionale. La tecnologica che può essere impiegata al giorno d'oggi è il risultato di oltre 20 anni di ricerca e innovazione e permette una progressiva evoluzione verso un trattamento flebologico ambulatoriale, più che mai necessario, sia per la mini-invasività che per motivi economici. Lo stato dell'arte della tecnologia è rappresentato dal LASEmaR 1500®, uno strumento che emette luce laser a 1470 nm e che consente di abbandonare la necessità di una LEED standardizzata. E' infatti possibile e necessario porre in atto una parametrizzazione personalizzata, in cui si tiene conto delle specifiche caratteristiche emodinamiche di ogni paziente e di ogni singolo caso. Un altro fondamentale passo avanti in termini di prestazioni laser endovenoso è stata l'introduzione delle fibre radiali / anulari / RING, che combinando l'elevata efficacia sul cromoforo acqua con una emissione laser omogenea ed estremamente precisa, hanno drasticamente ridotto i tassi di perforazione del vaso.Oggigiorno lo standard dei trattamenti endovenosi con questi sistemi porta ad un trattamento completo in meno di 40 minuti, in cui si possono trattare entrambe le gambe nella stessa sessione, con un elevata qualità della vita pre-intra e post-operatoria. Inoltre, l'elevata ecogenicità delle fibre Ring assieme all' innovativo software fornisce un controllo costante della LEED e consente risultati operatori che sono da considerarsi come eccellenti nel breve termine e totalmente competitivi nel medio-lungo termine, rispetto alle altre opzioni terapeutiche. In oltre la disponibilità di fibre di dimensioni diverse, in particolare 600 micron e 400 micron c!onsente di trattare non solo la GSV, ma anche la SSV e gli altri distretti extrasafenici.
 

Phlebology - GVS Treatment - Trattamento Safena
LASEmaR 1500® + Optical RING Fiber 3D 

Prodotti correlati:
LASEmaR 1500 
Fibra ottica Eufoton Ring